Salviamo la Faggeta!

Ultime NEWS: il prossimo appuntamento per Salvare la Faggeta del lago di Vico e’ domenica 6 aprile presso la spiaggia della Bella Venere, sul lago. Alle ore 10.00 si parte a piedi per raggiungere località Canale dove si pranza insieme. Vedi locandina

Ho aperto questo blog esattamente cinque anni fa, il 10 feb 2009, con il post  “un caldo abbraccio”, una riflessione partita dal taglio del vecchio pino di fronte casa. Da allora di alberi qui intorno, ne hanno tagliati diversi e cosi’ niente più gazze e uccellini, ma solo piccioni sul tetto della nostra mansarda…

luceOra, che un comune decida di tagliare gli alberi che magari intralciano interessi “cittadini” si può anche capire (non dico approvare), ma davvero non si riesce a capire come un altro Comune qui vicino,  possa decidere, senza consultare il parere di esperti “neutrali”, di abbattere 838 alberi, facenti parte della riserva naturale del lago di Vico, solo perchè uno, malato, era caduto l’anno prima. E, ancor più grave, tale piano, del Comune di Caprarola, prevede l’abbattimento di molti altri alberi, faggi e cerri, alcuni dei quali secolari, che abitano la riserva di Monte Fogliano e Monte Venere.

Contro questo piano, mosso come al solito da interessi economici e politici,meandal  cittadine/i e associazioni, tra cui Legambiente e Lipu, si stanno muovendo gia’ da tempo e ieri mattina, sotto una pioggia incessante, si era li’ in faggeta per mostrare alle telecamere del tg3 quanta bellezza sta per essere violata con un intervento che provocherebbe danni irrimediabili per l’habitat della faggeta.

Io ero li e insieme ad altri amici della Faggeta ho protestato con un abbraccio, grande, emozionante e significativo.

Il Feltro in Mostra

“Il Feltro, la fibra che unisce e crea” è il titolo della mostra che il nostro gruppo di “feltrosiane” sta organizzando a Roma dal 21 al 24 novembre nei locali del Caffè Letterario in via Ostiense 95.

L’idea è nata la scorsa estate durante uno dei nostri incontri in Umbria e pian piano sta prendendo forma: non solo una mostra dei manufatti prodotti ma OLYMPUS DIGITAL CAMERAanche un’occasione per far conoscere questa tecnica.

Il programma sarà dunque ricco di attività e prevede due spettacoli, di danza in apertura e di burattini per i più piccoli in chiusura; dimostrazioni delle varie tecniche, un laboratorio aperto al pubblico (venerdi), e una conferenza sull’uso di questo materiale in arte e nel design (sabato).

In foto cuscini marini e “Celestino” la mia bambola infeltrita ad ago e tinta con indaco.

Un caldo abbraccio

Mi affascina il mistero della natura, il suo movimento segreto. Talvolta mi fermo per ascoltarne la voce, nel silenzio della quiete notturna che lascia il posto al giorno. Nella luce le forme si rivelano, i suoni si fanno piu’ vivi e io mi sento felice come una bambina che assiste ad uno spettacolo nuovo e sorprendente.

Ripenso agli alberi, questi grandi amici del mondo, che collegano il cielo alla terra. Li osservo estasiata, mi avvicino, talvolta trovo anche il coraggio di abbracciarli e la loro corteccia mi trasmette forza e fragilita’ al tempo stesso. Percepire la vita che si muove in loro e’ un emozione fortissima per me.

Ricordo il grande Pino della scorsa estate, come era bello trascorrere le prime ore del giorno accanto a lui. Ora quell’angolo di paradiso che mi accoglieva al campo estivo sembra cosi’ lontano…

Sono tornata a casa dove proprio di fronte la mia finestra viveva un suo parente che ora non c’e’ piu’: lo hanno tagliato perche’ le sue radici infastidivano macchine e commercianti.

Che dire della stupidita’ umana?  A me giunge una citazione dal libro Gomorra.

In Italia si puo’ vivere come in Paradiso. Basta fissare il cielo e non abbassare mai lo sguardo”. Saviano